Categorie prodotti

Il tuo carrello

La storia della pinza

Storia della pinza
Pinza

Quando è nata e perchè?

Tutti abbiamo prima o poi utilizzato una pinza, ma forse pochi sanno che la pinza è nata in Europa intorno all’anno 2000 a.C., quando l’uomo si è trovato nella necessità di tenere serrati oggetti molto caldi, come il ferro incandescente, da forgiare sopra l’incudine. 
La pinza, come tutti gli utensili manuali, è fatta per aumentare l’efficacia della mano umana.
Curioso pensare che, la forma delle comuni pinze da forgia, si è mantenuta pressoché invariata fino ai nostri giorni.

La sua costruzione

Una pinza è costituita da tre parti: la coppia di manici, la cerniera o articolazione, la testa con becchi o taglienti. 
Per costruire una pinza si parte barre rettangolari, che vengono tagliate a spezzoni sotto a delle presse. 
Gli spezzoni vengono poi riscaldati in forni per fucinatura, a circa 1200°, e messi su degli stampi.
Si passa poi alla sbavatura e si ottiene il pezzo grezzo, dove viene fatto il foro di rivettatura, la fresatura della cerniera, il profilo dei becchi e i taglienti.
Le due metà vengono poi unite, e passate al processo di tempera in forni speciali, dove in base alle temperature selezionate, si determina la resistenza e l’elasticità dei manici, delle cerniere e delle ganasce, nonché la durezza dei taglienti.
Dopo la tempera, viene eseguita la lavorazione finale della superficie della pinza.

Pinza

SAPEVI CHE

Una delle prime rappresentazioni scientifiche del principio di leva si trova nel trattato di meccanica attribuito al filosofo greco Aristotele (384-322 a.C.). Tra le più remote illustrazioni che ritraggono le pinze sono quelle che fanno vedere il dio greco Efesto nella sua fucina.
Efesto nella mitologia greca è il dio del fuoco, delle fucine, dell'ingegneria, della scultura e della metallurgia.

Pinza

I modelli oggi

I modelli di pinze che esistono attualmente sono circa 100 e per i più svariati utilizzi: universali, a morsetto, tronchese, rivettatrice, giratubi, a pappagallo, per dadi, tagliatubi, per sifoni, a becchi tondi lunghi, piatti lunghi, spellafili, tagliacavi, etc.

Pinza
Pinza